Più volte, negli incontri passati del ciclo Pillole di formazione (iniziativa lanciata a Torino il mese scorso e rivolta a persone alla ricerca di un miglioramento professionale e personale) è emersa la curiosità, da parte dei partecipanti, di capire come comunicare efficacemente la propria personalità, o, come preferisco dire io, la propria “unicità”. Sul lavoro e nella vita.

Avete mai notato come alcune persone abbiano facilità a catturare l’attenzione dei loro interlocutori qualsiasi cosa dicano mentre altri, pur esprimendo le stesse opinioni, siano molto meno incisivi o, addirittura, non vengano considerati? Comunicare l’unicità della propria persona o della propria idea dando un valore aggiunto a curriculum o ad un progetto è per alcuni un talento innato, per altri un’arte che (fortunatamente) si può imparare e migliorare nel tempo.

“le persone che non sanno ascoltare difficilmente vengono ascoltate” (Carl Rogers)

L’arte dell’ascolto, in questi frangenti, è sicuramente il primo step da affrontare. Non posso comunicare efficacemente le mie idee ed i miei progetti (riscuotendo successo) se prima non ho una visione,  più o meno nitida, di chi ho davanti.  L’ascolto richiede impegno e concentrazione. Richiede la capacità di mettere da parte problemi e preoccupazioni per concentrarsi sul proprio interlocutore, il suo stato d’animo,  i suoi sentimenti e la sua personalità. Richiede sforzo e fatica per immedesimarsi in chi abbiamo davanti. E’ un atteggiamento “attivo”. Si può ascoltare una persona osservando non solo cosa dice ma anche come è vestito, come si muove, come parla, di quali oggetti si circonda…

Ascolto e comunicazione, dunque: due elementi, apparentemente opposti, in realtà incredibilmente legati e dipendenti l’uno dall’altro. Indispensabili per comunicare un’idea, un progetto, un prodotto. Ecco perché i venditori esperti, prima di iniziare una vendita, chiacchierano un po’ del più e del meno infilando abilmente qualche domandina qua e là per conoscere i vostri gusti…  E’ un modo per ascoltarvi, conoscervi e tarare il loro prodotto sulla vostra persona.

Ascolto attivo, comunicazione efficace, assertività, gestione della sfera emotiva: sono solo alcuni dei tanti argomenti che tratteremo nei prossimi incontri del ciclo Pillole di formazione a partire da gennaio 2017. Le lezioni si svolgeranno, come sempre, in modo interattivo con esercitazioni pratiche, giochi e simulazioni. Gli incontri saranno organizzati con due docenti ed  un numero max di 12 partecipanti  per garantire attenzione alle esigenze di ciascuno. Consulta il nostro link:  http://www.ape-aupaireducation.it/formazione/   per conoscere gli argomenti delle nostre “Pillole”.

Ti aspettiamo!

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.